Cassazione: coltivare marijuana non è sempre reato

    Condividi
    avatar
    Dark Sertum
    Amministratore

    Maschio Numero di messaggi : 1204
    Età : 26
    Occupazione : Studente
    Umore : Tranquillo
    Nick di KingsAge : Isper
    Data d'iscrizione : 09.10.07

    Foglio dell'utente
    Nome acqf:
    N° avvertimenti: No data

    Cassazione: coltivare marijuana non è sempre reato

    Messaggio Da Dark Sertum il Ven Gen 16, 2009 1:42 am

    Vivere Italia ha scritto:Coltivare piantine di marijuana non è reato e, se queste non
    arrivano alla maturazione, il produttore non può essere condannato. A
    stabilirlo è la Cassazione che allenta la repressione penale nei
    confronti di chi coltiva marijuana perchè finchè le piantine non
    giungono a maturazione, non contengono nessun principio drogante.

    La sentenza 1222 della IV Sezione penale della Cassazione annulla
    così la condanna inflitta a D.N.nel 2003 dalla Corte d'Appello di
    Ancona. L'uomo,produttore di 23 piantine di cannabis in un campo vicino
    casa sua, dopo essere stato scoperto dalle forze dell'ordine, era stato
    condannato ad un anno e quattro mesi di reclusione e si era visto
    infliggere una multa di 3500 euro.

    Repressione penale dettata dai giudici della Corte d'Appello di
    Ancona poichè ritengono che la coltivazione di marijuana costituisce
    sempre un reato e rappresenta un elemento di pericolo sociale e per la
    salute dei consumatori. Ma, la Cassazione non è d'accordo e con la
    sentenza 1222 della IV Sezione penale annulla la condanna a carico di
    D.N., motivando che "l'intervento punitivo dello Stato deve esserci solo quando è concretamente minacciato il bene della salute".

    "In caso contrario - continua la sentenza - il giudice,
    guidato dai principi di ragionevolezza della pena in presenza di una
    condotta offensiva, deve chiedersi se possa esercitare il potere
    punitivo dello Stato, sacrificando la libertà personale, per tutelare
    il bene della salute, dinanzi a una offensività non ravvisabile neanche
    in grado minimo
    ".

    Grado minimo, quasi inesistente per la Cassazione, nel caso del
    piccolo produttore. Infatti, la consulenza tossicologica aveva spiegato
    che "le 23 piantine avevano attecchito nel terreno e, se lasciate
    giungere a maturazione, avrebbero prodotto una notevole quantità di
    principio attivo
    " ma questo non basta al 'Palazzaccio' per condannare chi coltiva marijuana.

    Non si può, per così dire, fare un processo, e condannare quindi chi commette il presunto reato, alle intenzioni.

    Francamente non condivido nemmeno un po' il giudizio della Cassazione. Questo perché sono abituato a pensare che i rischi non si debbano nemmeno correre quando si ha la possibilità di evitarli. Tuttavia capisco che possano esistere posizioni diverse dalla mia. Voi vi direste contrari o d'accordo col giudizio della Cassazione?


    _________________
    « Il diritto alla proprietà privata, acquisita o ricevuta in giusto modo, non elimina l'originaria donazione della terra all'insieme dell'umanità. La destinazione universale dei beni rimane primaria, anche se la promozione del bene comune esige il rispetto della proprietà privata, del diritto ad essa e del suo esercizio. »
    (Catechismo della Chiesa cattolica, III, sez. ii, cap. 2, art. 7, 2403[1])
    avatar
    BR1
    Scudiero

    Maschio Numero di messaggi : 273
    Età : 27
    Localizzazione : Sassari
    Occupazione : studente, rappresentante di istituto
    Umore : Aggressivo
    Nick di KingsAge : Nickname in uso su KingsAge.
    Data d'iscrizione : 24.01.08

    Foglio dell'utente
    Nome acqf:
    N° avvertimenti: No data

    Re: Cassazione: coltivare marijuana non è sempre reato

    Messaggio Da BR1 il Sab Gen 17, 2009 8:11 pm

    BR1
    Favorevolissimo, anche perchè non mi ha mai fatto male, ma come tutte le cose bisogna moderarsi! Ricordo che anche il caffè e il té sono droghe!! Dovremmo chiedere a Lacertus se ne sà di più perche so che in Svizzera la coltivazione di canapa etc è legalizzata!!!! cyclops


    _________________
    Fame e macerie sotto i mortai
    Come l'acciaio resiste la citta'
    Sulla sua strada gelata la croce uncinata lo sa
    D'ora in poi trovera' Stalingrado in ogni citta'.
    avatar
    Dark Sertum
    Amministratore

    Maschio Numero di messaggi : 1204
    Età : 26
    Occupazione : Studente
    Umore : Tranquillo
    Nick di KingsAge : Isper
    Data d'iscrizione : 09.10.07

    Foglio dell'utente
    Nome acqf:
    N° avvertimenti: No data

    Re: Cassazione: coltivare marijuana non è sempre reato

    Messaggio Da Dark Sertum il Dom Gen 18, 2009 10:26 pm

    BR1 ha scritto:BR1
    Favorevolissimo, anche perchè non mi ha mai fatto male, ma come tutte le cose bisogna moderarsi! Ricordo che anche il caffè e il té sono droghe!! Dovremmo chiedere a Lacertus se ne sà di più perche so che in Svizzera la coltivazione di canapa etc è legalizzata!!!! cyclops

    Il fatto che non ti abbia fatto male non significa che l'atto in sé non sia negativo per la salute.


    _________________
    « Il diritto alla proprietà privata, acquisita o ricevuta in giusto modo, non elimina l'originaria donazione della terra all'insieme dell'umanità. La destinazione universale dei beni rimane primaria, anche se la promozione del bene comune esige il rispetto della proprietà privata, del diritto ad essa e del suo esercizio. »
    (Catechismo della Chiesa cattolica, III, sez. ii, cap. 2, art. 7, 2403[1])
    avatar
    BR1
    Scudiero

    Maschio Numero di messaggi : 273
    Età : 27
    Localizzazione : Sassari
    Occupazione : studente, rappresentante di istituto
    Umore : Aggressivo
    Nick di KingsAge : Nickname in uso su KingsAge.
    Data d'iscrizione : 24.01.08

    Foglio dell'utente
    Nome acqf:
    N° avvertimenti: No data

    Re: Cassazione: coltivare marijuana non è sempre reato

    Messaggio Da BR1 il Sab Gen 31, 2009 6:37 pm

    BR1
    Gli antichi filosofi dicevano che tutto può fare bene con moderazione; Anche l'omeopatia utilizza teorie simili...
    Dunque bisogna distinguere gli eccessi da un consumo occasionale.
    Anche un eccesso di acqua provoca del male...


    _________________
    Fame e macerie sotto i mortai
    Come l'acciaio resiste la citta'
    Sulla sua strada gelata la croce uncinata lo sa
    D'ora in poi trovera' Stalingrado in ogni citta'.
    avatar
    Dark Sertum
    Amministratore

    Maschio Numero di messaggi : 1204
    Età : 26
    Occupazione : Studente
    Umore : Tranquillo
    Nick di KingsAge : Isper
    Data d'iscrizione : 09.10.07

    Foglio dell'utente
    Nome acqf:
    N° avvertimenti: No data

    Re: Cassazione: coltivare marijuana non è sempre reato

    Messaggio Da Dark Sertum il Dom Feb 01, 2009 3:30 am

    BR1 ha scritto:BR1
    Gli antichi filosofi dicevano che tutto può fare bene con moderazione; Anche l'omeopatia utilizza teorie simili...
    Dunque bisogna distinguere gli eccessi da un consumo occasionale.
    Anche un eccesso di acqua provoca del male...

    Il fatto è che bere acqua non penso possa creare dipendenza.


    _________________
    « Il diritto alla proprietà privata, acquisita o ricevuta in giusto modo, non elimina l'originaria donazione della terra all'insieme dell'umanità. La destinazione universale dei beni rimane primaria, anche se la promozione del bene comune esige il rispetto della proprietà privata, del diritto ad essa e del suo esercizio. »
    (Catechismo della Chiesa cattolica, III, sez. ii, cap. 2, art. 7, 2403[1])
    avatar
    BR1
    Scudiero

    Maschio Numero di messaggi : 273
    Età : 27
    Localizzazione : Sassari
    Occupazione : studente, rappresentante di istituto
    Umore : Aggressivo
    Nick di KingsAge : Nickname in uso su KingsAge.
    Data d'iscrizione : 24.01.08

    Foglio dell'utente
    Nome acqf:
    N° avvertimenti: No data

    Re: Cassazione: coltivare marijuana non è sempre reato

    Messaggio Da BR1 il Lun Feb 09, 2009 9:22 pm

    BR1
    Anche caffe, the, vino, peperoncino e zucchero danno dipendenza dunque non vedo quale sia l'istanza.
    Se si usa la moderazione nelle cose non ci sono problemi, non parlo di droghe chimiche ovviamente.


    _________________
    Fame e macerie sotto i mortai
    Come l'acciaio resiste la citta'
    Sulla sua strada gelata la croce uncinata lo sa
    D'ora in poi trovera' Stalingrado in ogni citta'.
    avatar
    Dark Sertum
    Amministratore

    Maschio Numero di messaggi : 1204
    Età : 26
    Occupazione : Studente
    Umore : Tranquillo
    Nick di KingsAge : Isper
    Data d'iscrizione : 09.10.07

    Foglio dell'utente
    Nome acqf:
    N° avvertimenti: No data

    Re: Cassazione: coltivare marijuana non è sempre reato

    Messaggio Da Dark Sertum il Lun Feb 09, 2009 9:39 pm

    BR1 ha scritto:BR1
    Anche caffe, the, vino, peperoncino e zucchero danno dipendenza dunque non vedo quale sia l'istanza.
    Se si usa la moderazione nelle cose non ci sono problemi, non parlo di droghe chimiche ovviamente.

    Ci sono livelli molto diversi di dipendenza. Non puoi paragonarmi il vino al peperoncino, anche per i danni che possono dare.


    _________________
    « Il diritto alla proprietà privata, acquisita o ricevuta in giusto modo, non elimina l'originaria donazione della terra all'insieme dell'umanità. La destinazione universale dei beni rimane primaria, anche se la promozione del bene comune esige il rispetto della proprietà privata, del diritto ad essa e del suo esercizio. »
    (Catechismo della Chiesa cattolica, III, sez. ii, cap. 2, art. 7, 2403[1])
    avatar
    BR1
    Scudiero

    Maschio Numero di messaggi : 273
    Età : 27
    Localizzazione : Sassari
    Occupazione : studente, rappresentante di istituto
    Umore : Aggressivo
    Nick di KingsAge : Nickname in uso su KingsAge.
    Data d'iscrizione : 24.01.08

    Foglio dell'utente
    Nome acqf:
    N° avvertimenti: No data

    Re: Cassazione: coltivare marijuana non è sempre reato

    Messaggio Da BR1 il Lun Feb 09, 2009 9:41 pm

    BR1

    Non era mia intenzione, in realtà si tratta di droghe legali.


    _________________
    Fame e macerie sotto i mortai
    Come l'acciaio resiste la citta'
    Sulla sua strada gelata la croce uncinata lo sa
    D'ora in poi trovera' Stalingrado in ogni citta'.

    Contenuto sponsorizzato

    Re: Cassazione: coltivare marijuana non è sempre reato

    Messaggio Da Contenuto sponsorizzato


      La data/ora di oggi è Lun Giu 18, 2018 2:45 pm