Ritardati mentali come non-persone? Se lo dice Vazzoler...

    Condividi
    avatar
    Dark Sertum
    Amministratore

    Maschio Numero di messaggi : 1204
    Età : 26
    Occupazione : Studente
    Umore : Tranquillo
    Nick di KingsAge : Isper
    Data d'iscrizione : 09.10.07

    Foglio dell'utente
    Nome acqf:
    N° avvertimenti: No data

    Ritardati mentali come non-persone? Se lo dice Vazzoler...

    Messaggio Da Dark Sertum il Sab Nov 01, 2008 1:26 pm

    Firenze, 31 ott. (Adnkronos) - "I feti, i neonati fortemente prematuri, i ritardati mentali gravi e coloro che sono in uno stato vegetativo permanente, cioè senza speranza, costituiscono esempi di non persone umane. Tali entità fanno parte della specie umana, ma non sono persone". L'affermazione arriva da Gianfranco Vazzoler pediatra e componente della Consulta di bioetica di Pordenone che l'ha scritta nero su bianco nella sua relazione al convegno su 'Le sfide della neonatologia alla bioetica e alla società: le buone ragioni della Carta di Firenze' all''ospedale Meyer.

    Per Vazzoler, infatti, ''è persona chi ha autocoscienza, senso morale e razionalità". Parlando di rianimazione dei prematuri, "alcuni neonati sono neurologicamente e fisicamente così compromessi - ha aggiunto il bioeticista - da essere impossibilitati irreversibilmente ad acquisire il loro potenziale di conquista dei diritti. Non potranno mai diventare persone e quindi il loro migliore interesse non sta nel perseguire la vita".

    Spoiler:
    Una tesi duramente contestata da Gianpaolo Donzelli, ordinario di neonatologia all'università di Firenze secondo il quale quelle di Vazzoler sono affermazioni "senza alcun fondamento scientifico ed etico". "Vazzoler - dice Donzelli all'ADNKRONOS SALUTE - parla esclusivamente a titolo personale. E le sue parole non hanno a che fare né con l'ospedale Meyer di Firenze, né con la città che ospita il convegno. Ma soprattutto non hanno alcun significato per la neonatologia italiana e neppure internazionale".

    Al contrario, sostiene il neonatologo, "si tratta di affermazioni che rappresentano soltanto il segno della liberalità e della 'agorà' di pensiero presenti al convegno, dove tutti hanno possibilità di esprimersi. Ma, proprio in nome di questa stessa libertà - prosegue Donzelli - una volta ascoltato e compreso ciò che ognuno dice si può benissimo prendere le distanze". Il neonatologo dell'ateneo fiorentino parla con cognizione di causa: è infatti uno degli estensori della carta di Firenze, che riassume le buone pratiche della letteratura scientifica di fronte a neonati fortemente prematuri.

    Mi hanno stupito molto le parole di Vazzoler, ma perlopiù in negativo. Si tratta di una questione delicata, e prima di declassare certe vite a non-persone umane si dovrebbe riflettere un bel po', specie perché attualmente non esiste una distinzione etimologica che identifichi differenze tra persone e non-persone. Certo tutti aprendo Wikipedia potremmo leggere per "persona" questo...

    Si definisce persona un essere razionale dotato di coscienza di sé ed in possesso di una propria identità. L'esempio ovvio di persona - per alcuni l'unico - è la persona umana.

    ... e quindi se proprio vogliamo un po' di ragione a Vazzoler potremmo anche darla, ma solo dal punto di vista del significato. Questo perché un discorso come il suo potrebbe sembrare più che altro discriminatorio, anche se obiettivamente purtroppo dice cose sostanzialmente fondate.

    Voi che ne pensate?


    _________________
    « Il diritto alla proprietà privata, acquisita o ricevuta in giusto modo, non elimina l'originaria donazione della terra all'insieme dell'umanità. La destinazione universale dei beni rimane primaria, anche se la promozione del bene comune esige il rispetto della proprietà privata, del diritto ad essa e del suo esercizio. »
    (Catechismo della Chiesa cattolica, III, sez. ii, cap. 2, art. 7, 2403[1])
    avatar
    Red Apple
    Moderatore

    Maschio Numero di messaggi : 552
    Età : 25
    Nick di KingsAge : Nickname in uso su KingsAge.
    Data d'iscrizione : 31.12.07

    Foglio dell'utente
    Nome acqf:
    N° avvertimenti: No data

    Re: Ritardati mentali come non-persone? Se lo dice Vazzoler...

    Messaggio Da Red Apple il Gio Nov 06, 2008 11:12 am

    Io sono contrario a ciò che dice Vazzoler, in tutti i sensi.
    Cioè, come hai detto tu, se noi vogliamo dire che la definizione di persona alla fin fine è proprio chi ha obiettivamente coscienza di sè, ok. Però, dal punto di vista etico è totalmente sbagliato. Infatti, seguendo il suo ragionamento, se noi volessimo prendere a calci un ritartado mentale grave(ad esempio) non subiremmo conseguenza penali, perchè noi di logica "Abbiamo maltrattato una non-persona".
    Anche se dalle parole di Vazzoler, non è che sembra che gliene freghi granchè di questi casi:
    [quote="Dark Sertum"]
    "[...]Non potranno mai diventare persone e quindi il loro migliore interesse non sta nel perseguire la vita".
    Cioè da quel che dice lui sembrerebbe quasi che visto che non ne hanno il migliore interesse, di proseguire la vita, potrebbero benissimo essere ammazzati senza tante conseguenze.
    Almeno, leggendo questo, a me ha dato quell'impressione.


    _________________
    Hurry I'm fallin', I'm fallin'
    avatar
    Dark Sertum
    Amministratore

    Maschio Numero di messaggi : 1204
    Età : 26
    Occupazione : Studente
    Umore : Tranquillo
    Nick di KingsAge : Isper
    Data d'iscrizione : 09.10.07

    Foglio dell'utente
    Nome acqf:
    N° avvertimenti: No data

    Re: Ritardati mentali come non-persone? Se lo dice Vazzoler...

    Messaggio Da Dark Sertum il Gio Nov 06, 2008 8:18 pm

    Vabbé, non so se sia saggio saltare a conclusioni così pesanti. Specie perché si parla di esperti e ci si augura che certe cose non le pensino, o che perlomeno non le dicano.
    Però comunque concordo sul fatto che dal punto di vista etico quello che dice lui sia totalmente inconcepibile per la nostra cultura, anche se non per il nostro vocabolario.


    _________________
    « Il diritto alla proprietà privata, acquisita o ricevuta in giusto modo, non elimina l'originaria donazione della terra all'insieme dell'umanità. La destinazione universale dei beni rimane primaria, anche se la promozione del bene comune esige il rispetto della proprietà privata, del diritto ad essa e del suo esercizio. »
    (Catechismo della Chiesa cattolica, III, sez. ii, cap. 2, art. 7, 2403[1])
    avatar
    Lacertus
    Contadino

    Maschio Numero di messaggi : 58
    Età : 72
    Localizzazione : Afragola (Napoli)
    Occupazione : Infiltrato
    Nick di KingsAge : VERCINGETORIX
    Data d'iscrizione : 22.11.08

    Foglio dell'utente
    Nome acqf: SN41
    N° avvertimenti:

    Re: Ritardati mentali come non-persone? Se lo dice Vazzoler...

    Messaggio Da Lacertus il Dom Nov 23, 2008 4:32 pm

    Sino a quando un Uomo avrà Libero Arbitrio, potrà essere considerato "Essere Vivente".
    avatar
    Dark Sertum
    Amministratore

    Maschio Numero di messaggi : 1204
    Età : 26
    Occupazione : Studente
    Umore : Tranquillo
    Nick di KingsAge : Isper
    Data d'iscrizione : 09.10.07

    Foglio dell'utente
    Nome acqf:
    N° avvertimenti: No data

    Re: Ritardati mentali come non-persone? Se lo dice Vazzoler...

    Messaggio Da Dark Sertum il Dom Nov 23, 2008 4:41 pm

    Lacertus ha scritto:Sino a quando un Uomo avrà Libero Arbitrio, potrà essere considerato "Essere Vivente".

    Non ho capito da che parte tu stia. Con quell'affermazione sembra che non consideri questi come esseri viventi, poiché è proprio il libero arbitrio che manca loro. E sarebbe un concetto più o meno criticabile.


    _________________
    « Il diritto alla proprietà privata, acquisita o ricevuta in giusto modo, non elimina l'originaria donazione della terra all'insieme dell'umanità. La destinazione universale dei beni rimane primaria, anche se la promozione del bene comune esige il rispetto della proprietà privata, del diritto ad essa e del suo esercizio. »
    (Catechismo della Chiesa cattolica, III, sez. ii, cap. 2, art. 7, 2403[1])
    avatar
    Ishramit
    Moderatore

    Maschio Numero di messaggi : 508
    Età : 24
    Localizzazione : Ancona
    Occupazione : Studente-Scout d'Europa
    Nick di KingsAge : Nickname in uso su KingsAge.
    Data d'iscrizione : 22.12.07

    Foglio dell'utente
    Nome acqf:
    N° avvertimenti: No data

    Re: Ritardati mentali come non-persone? Se lo dice Vazzoler...

    Messaggio Da Ishramit il Dom Nov 23, 2008 5:57 pm

    Un essere vivente è tutto ciò che:
    -nasce, cresce e muore
    -può riprodursi
    -presenta acidi nucleici(caratteristica fondamentale)
    -è formato da almeno una cellula
    -ha un proprio metabolismo
    -reagisce agli stimoli





    Come vedi qualsiasi essere umano, in qualsiasi condizione è un essere vivente.
    avatar
    Dark Sertum
    Amministratore

    Maschio Numero di messaggi : 1204
    Età : 26
    Occupazione : Studente
    Umore : Tranquillo
    Nick di KingsAge : Isper
    Data d'iscrizione : 09.10.07

    Foglio dell'utente
    Nome acqf:
    N° avvertimenti: No data

    Re: Ritardati mentali come non-persone? Se lo dice Vazzoler...

    Messaggio Da Dark Sertum il Dom Nov 23, 2008 7:56 pm

    Ishramit ha scritto:Un essere vivente è tutto ciò che:
    -nasce, cresce e muore
    -può riprodursi
    -presenta acidi nucleici(caratteristica fondamentale)
    -è formato da almeno una cellula
    -ha un proprio metabolismo
    -reagisce agli stimoli

    Come vedi qualsiasi essere umano, in qualsiasi condizione è un essere vivente.

    Già. Io non ho voluto fare una precisione del genere perché ho pensato che forse con "essere vivente" si riferisse proprio a "essere umano": è banale parlare di "essere vivente", perché non ci vuole un granché a fare una distinzione in quel senso.


    _________________
    « Il diritto alla proprietà privata, acquisita o ricevuta in giusto modo, non elimina l'originaria donazione della terra all'insieme dell'umanità. La destinazione universale dei beni rimane primaria, anche se la promozione del bene comune esige il rispetto della proprietà privata, del diritto ad essa e del suo esercizio. »
    (Catechismo della Chiesa cattolica, III, sez. ii, cap. 2, art. 7, 2403[1])
    avatar
    Red Apple
    Moderatore

    Maschio Numero di messaggi : 552
    Età : 25
    Nick di KingsAge : Nickname in uso su KingsAge.
    Data d'iscrizione : 31.12.07

    Foglio dell'utente
    Nome acqf:
    N° avvertimenti: No data

    Re: Ritardati mentali come non-persone? Se lo dice Vazzoler...

    Messaggio Da Red Apple il Mar Nov 25, 2008 7:37 pm

    Beh, no, certo non voglio dire che lui abbia inteso questo, ma di certo è ciò che mi ha fatto capire°-°" Non voglio certo accusarlo o che^^"


    _________________
    Hurry I'm fallin', I'm fallin'
    avatar
    Lacertus
    Contadino

    Maschio Numero di messaggi : 58
    Età : 72
    Localizzazione : Afragola (Napoli)
    Occupazione : Infiltrato
    Nick di KingsAge : VERCINGETORIX
    Data d'iscrizione : 22.11.08

    Foglio dell'utente
    Nome acqf: SN41
    N° avvertimenti:

    Re: Ritardati mentali come non-persone? Se lo dice Vazzoler...

    Messaggio Da Lacertus il Dom Nov 30, 2008 11:51 am

    Non ho capito da che parte tu stia. Con quell'affermazione sembra che non consideri questi come esseri viventi, poiché è proprio il libero arbitrio che manca loro. E sarebbe un concetto più o meno criticabile.

    Dalla Loro parte, ovviamente. A tutti è concesso Libero Arbitrio, e da qui quell'Affermazione.
    avatar
    BR1
    Scudiero

    Maschio Numero di messaggi : 273
    Età : 27
    Localizzazione : Sassari
    Occupazione : studente, rappresentante di istituto
    Umore : Aggressivo
    Nick di KingsAge : Nickname in uso su KingsAge.
    Data d'iscrizione : 24.01.08

    Foglio dell'utente
    Nome acqf:
    N° avvertimenti: No data

    Re: Ritardati mentali come non-persone? Se lo dice Vazzoler...

    Messaggio Da BR1 il Mer Dic 03, 2008 9:47 pm

    BR1
    Dunque suppongo che il mio parere sia conosciuto da molti ma sarò contento di riaffermare le mie idee.
    Condivido ciò che ha detto Lacertus poichè ritengo che far "vivere una persona che non può vivere" sia un grave atto di egoismo poichè si condanna certamente il soggetto ad una vita di stenti e sofferenze.
    Spesso si parla di donne coraggiose che hanno portato a termine un gravidanza pur sapendo degli handicap dei propri figli ma io in ciò non vedo coraggio, ma solo egoismo e in alcuni casi troppo timore di Dio.
    Comunque sono solo pareri siamo sempre liberi, per lo meno in questa era, di dire e pensare ciò che si vuole...


    _________________
    Fame e macerie sotto i mortai
    Come l'acciaio resiste la citta'
    Sulla sua strada gelata la croce uncinata lo sa
    D'ora in poi trovera' Stalingrado in ogni citta'.
    avatar
    Lacertus
    Contadino

    Maschio Numero di messaggi : 58
    Età : 72
    Localizzazione : Afragola (Napoli)
    Occupazione : Infiltrato
    Nick di KingsAge : VERCINGETORIX
    Data d'iscrizione : 22.11.08

    Foglio dell'utente
    Nome acqf: SN41
    N° avvertimenti:

    Re: Ritardati mentali come non-persone? Se lo dice Vazzoler...

    Messaggio Da Lacertus il Ven Dic 12, 2008 7:13 pm

    Non ho mai Affermato di non Dover far Vivere un Portatore di Handicap. Sono sicuro che la Loro Visione del Mondo e della Vita sia anche più umana della Nostra. Noi, Esseri definiti "Viventi".

    Contenuto sponsorizzato

    Re: Ritardati mentali come non-persone? Se lo dice Vazzoler...

    Messaggio Da Contenuto sponsorizzato


      La data/ora di oggi è Gio Ago 16, 2018 8:55 am