Oligarchia: rovina o soluzione?

    Condividi
    avatar
    Vercingetorix
    Cavaliere

    Maschio Numero di messaggi : 468
    Età : 22
    Localizzazione : Afragola, Napoli
    Occupazione : Studente, Goth con sfumature punk.
    Umore : Buono.
    Nick di KingsAge : Nickname in uso su KingsAge.
    Data d'iscrizione : 08.12.07

    Foglio dell'utente
    Nome acqf:
    N° avvertimenti:

    Oligarchia: rovina o soluzione?

    Messaggio Da Vercingetorix il Lun Giu 02, 2008 6:22 pm

    Mi permetto di aprire il topic seguente in "Foro" perchè, letta la nuova riforma, penso sia opportuna questa sezione.


    La mia ideologia politica? Oligarchia °ç°

    Purtroppo, l'Italia non è più una Nazione [da non confondere con Stato, poichè concetti opposti], perciò, bisognerebbe porre rimedio, definitivamente, ai problemi ricorrenti tra nord e sud, alle guerre politiche, all'ipocrisia dei continui nuovi governi, che altro non fanno se non confondere le idee.
    L'Oligarchia è un'ideologia che si basa sulla creazioni di piccole "Regioni-Stato", che ottengono l'indipendenza dal vertice politico, il Presidente, ma che presentano una Costituzione propria. A parer vostro, sarebbe una rovina o una soluzione?
    avatar
    Dark Sertum
    Amministratore

    Maschio Numero di messaggi : 1204
    Età : 26
    Occupazione : Studente
    Umore : Tranquillo
    Nick di KingsAge : Isper
    Data d'iscrizione : 09.10.07

    Foglio dell'utente
    Nome acqf:
    N° avvertimenti: No data

    Re: Oligarchia: rovina o soluzione?

    Messaggio Da Dark Sertum il Lun Giu 02, 2008 7:35 pm

    Credo che sia più una discussione da Accademia, ma capisco completamente la probabile confusione del post-riforma. Perciò appena ti viene bene ti chiederei di spostarla tu stesso in Accademia o comunque lo potrebbe fare BR1.

    Io non mi definirei per l'oligarchia, per quanto siano poche le forme di governo che non abbia apprezzato anche sino a non troppo tempo fa.
    Ora ti direi che non sarebbe forse troppo male un'Italia severa e decisa, e quindi di pochi, ma forse già lo scartare le vie democratiche da subito, è una sconfitta.
    Anche se il discorso che ho appena fatto in difesa della democrazia va visto a seconda dei periodi storici.
    Infatti non nego che potrei preferire mille volte una dittatura, se la libertà fosse più simile all'anarchia.


    _________________
    « Il diritto alla proprietà privata, acquisita o ricevuta in giusto modo, non elimina l'originaria donazione della terra all'insieme dell'umanità. La destinazione universale dei beni rimane primaria, anche se la promozione del bene comune esige il rispetto della proprietà privata, del diritto ad essa e del suo esercizio. »
    (Catechismo della Chiesa cattolica, III, sez. ii, cap. 2, art. 7, 2403[1])
    avatar
    Vercingetorix
    Cavaliere

    Maschio Numero di messaggi : 468
    Età : 22
    Localizzazione : Afragola, Napoli
    Occupazione : Studente, Goth con sfumature punk.
    Umore : Buono.
    Nick di KingsAge : Nickname in uso su KingsAge.
    Data d'iscrizione : 08.12.07

    Foglio dell'utente
    Nome acqf:
    N° avvertimenti:

    Re: Oligarchia: rovina o soluzione?

    Messaggio Da Vercingetorix il Lun Giu 02, 2008 8:29 pm

    Bene, perdona il mio errore. Sposto in accademia.
    avatar
    Ishramit
    Moderatore

    Maschio Numero di messaggi : 508
    Età : 24
    Localizzazione : Ancona
    Occupazione : Studente-Scout d'Europa
    Nick di KingsAge : Nickname in uso su KingsAge.
    Data d'iscrizione : 22.12.07

    Foglio dell'utente
    Nome acqf:
    N° avvertimenti: No data

    Re: Oligarchia: rovina o soluzione?

    Messaggio Da Ishramit il Lun Giu 02, 2008 9:23 pm

    L'oligarchia tende ad autodistruggersi...
    Piccolo esempio: Repubblica romana
    Essa era di fatto un'oligarchia con il senato che governava sulle varie provincie...
    L'ultimo periodo di vita di questo stato è stato segnato da rivolte e colpi di stato da parte dei generali più potenti, ultimo dei quali Giulio Cesare.
    Con la morte di Cesare morì anche la repubblica poichè i cittadini preferirono essere dominati da un imperatore che da un gruppo di assassini .
    In particolare Cesare abolì l'oligarchia donando la cittadinanza romana anche ai galli cispadani e agli spagnoli.

    Forse non te ne sei accorto ma noi viviamo già in un surrogato di oligarchia, l'unico vero stato democratico mai esistito fu Atene.
    La storia c'insegna che in stati di grande espansione la democrazia non può essere attuata,quindi la strada ci apre un'unica alternativa, la dittatura.
    Un giorno forse apriremo gli occh e capiremo che è inutile eleggere una massa di incompetenti, si dovrebbe eleggere un solo uomo...
    avatar
    Dark Sertum
    Amministratore

    Maschio Numero di messaggi : 1204
    Età : 26
    Occupazione : Studente
    Umore : Tranquillo
    Nick di KingsAge : Isper
    Data d'iscrizione : 09.10.07

    Foglio dell'utente
    Nome acqf:
    N° avvertimenti: No data

    Re: Oligarchia: rovina o soluzione?

    Messaggio Da Dark Sertum il Gio Giu 05, 2008 2:11 pm

    Ishramit, sorvolando su le altre cose che hai detto - e che più o meno sai che condivido -, vorrei soffermarmi sulla teoria dell'elezione di un solo uomo.
    Sappiamo bene che esistono persone straordinare che potrebbero meritare titoli come questo. Ma una sola vita, per quanto giusta, non ha forse limiti brevi? Quanto potrebbe governare un saggio? 30, 40 anni? Sarà coerente per tutto il tempo? Magari si... e poi?
    Accetto la visione di un'ipotetica soluzione simile, ma solo per periodi di transizione volti a riordinare le cose. E questo proprio perché non si sa chi ci sia dopo, e come si comporterà.
    Come diceva Aristotele, insomma, i governi rigidi e nelle mani di un solo uomo sono adatti esclusivamente ai popoli che hanno perso la via della giustizia: tutto cambia, e c'è sempre una diversa forma di governo da preferire.
    Ma, ragazzi, mi pare ovvio che in genere si debba comunque tendere alla democrazia.


    _________________
    « Il diritto alla proprietà privata, acquisita o ricevuta in giusto modo, non elimina l'originaria donazione della terra all'insieme dell'umanità. La destinazione universale dei beni rimane primaria, anche se la promozione del bene comune esige il rispetto della proprietà privata, del diritto ad essa e del suo esercizio. »
    (Catechismo della Chiesa cattolica, III, sez. ii, cap. 2, art. 7, 2403[1])
    avatar
    Ishramit
    Moderatore

    Maschio Numero di messaggi : 508
    Età : 24
    Localizzazione : Ancona
    Occupazione : Studente-Scout d'Europa
    Nick di KingsAge : Nickname in uso su KingsAge.
    Data d'iscrizione : 22.12.07

    Foglio dell'utente
    Nome acqf:
    N° avvertimenti: No data

    Re: Oligarchia: rovina o soluzione?

    Messaggio Da Ishramit il Gio Giu 05, 2008 2:49 pm

    Dark Sertum ha scritto:Ishramit, sorvolando su le altre cose che hai detto - e che più o meno sai che condivido -, vorrei soffermarmi sulla teoria dell'elezione di un solo uomo.
    Sappiamo bene che esistono persone straordinare che potrebbero meritare titoli come questo. Ma una sola vita, per quanto giusta, non ha forse limiti brevi? Quanto potrebbe governare un saggio? 30, 40 anni? Sarà coerente per tutto il tempo? Magari si... e poi?
    Accetto la visione di un'ipotetica soluzione simile, ma solo per periodi di transizione volti a riordinare le cose. E questo proprio perché non si sa chi ci sia dopo, e come si comporterà.
    Come diceva Aristotele, insomma, i governi rigidi e nelle mani di un solo uomo sono adatti esclusivamente ai popoli che hanno perso la via della giustizia: tutto cambia, e c'è sempre una diversa forma di governo da preferire.
    Ma, ragazzi, mi pare ovvio che in genere si debba comunque tendere alla democrazia.
    Forse un giorno l'essere umano sarà capace di sostenere uno stato democratico, cosa che al momento non esiste...
    avatar
    Dark Sertum
    Amministratore

    Maschio Numero di messaggi : 1204
    Età : 26
    Occupazione : Studente
    Umore : Tranquillo
    Nick di KingsAge : Isper
    Data d'iscrizione : 09.10.07

    Foglio dell'utente
    Nome acqf:
    N° avvertimenti: No data

    Re: Oligarchia: rovina o soluzione?

    Messaggio Da Dark Sertum il Gio Giu 05, 2008 3:37 pm

    Più che d'accordo. Ma la ricerca della democrazia va almeno valorizzata, non esclusa da principio solo perché sembra impossibile.


    _________________
    « Il diritto alla proprietà privata, acquisita o ricevuta in giusto modo, non elimina l'originaria donazione della terra all'insieme dell'umanità. La destinazione universale dei beni rimane primaria, anche se la promozione del bene comune esige il rispetto della proprietà privata, del diritto ad essa e del suo esercizio. »
    (Catechismo della Chiesa cattolica, III, sez. ii, cap. 2, art. 7, 2403[1])
    avatar
    Ishramit
    Moderatore

    Maschio Numero di messaggi : 508
    Età : 24
    Localizzazione : Ancona
    Occupazione : Studente-Scout d'Europa
    Nick di KingsAge : Nickname in uso su KingsAge.
    Data d'iscrizione : 22.12.07

    Foglio dell'utente
    Nome acqf:
    N° avvertimenti: No data

    Re: Oligarchia: rovina o soluzione?

    Messaggio Da Ishramit il Gio Giu 05, 2008 3:55 pm

    Dark Sertum ha scritto:Più che d'accordo. Ma la ricerca della democrazia va almeno valorizzata, non esclusa da principio solo perché sembra impossibile.
    Ovvio, ma si prospetta una ricerca lunga...

    Contenuto sponsorizzato

    Re: Oligarchia: rovina o soluzione?

    Messaggio Da Contenuto sponsorizzato


      La data/ora di oggi è Mer Giu 20, 2018 8:27 am